Prodotti di CBD

Show Filters

Visualizzazione di 32 risultati

Show Filters

Visualizzazione di 32 risultati

CBD: si tratta di moda o di realtà scientifica?

Attualmente si sente parlare sempre più spesso di CBD e della sua efficacia nel contrastare un’ampia serie di disagi. In realtà, in un mondo sempre più frenetico e stressante, il desiderio di lasciarsi alle spalle le ansie quotidiane diventa reale e sono in tanti a essere alla ricerca di un aiuto per ritrovare il giusto equilibrio. Anche la ricerca scientifica si è quindi messa all’opera per valutare la reale efficacia dei prodotti CBD e, di conseguenza, sono numerosi gli studi in merito che ne confermano l’efficacia in più campi. Il CBD, quindi, non si limita a essere una moda del momento. Si tratta, al contrario, della riscoperta delle caratteristiche già ben sperimentate di una pianta medicinale. Le sue proprietà positive, grazie alla presenza del sistema endocannabinoide, contribuiscono all’equilibrio e al buon funzionamento di diversi sistemi dell’organismo. Il risultato ottenuto a seguito dell’assunzione di prodotti CBD è quello di ottenere un aiuto ad aumentare il benessere generale dell’organismo. Vengono riequilibrati i processi fisiologici con conseguenze positive sulla capacità di gestire lo stress, sulla memoria e sul sistema immunitario.

Prodotti a base di CBD. scopriamone di più:

Che cos’è il CBD? L’abbreviazione CBD è utilizzata per indicare il cannabidiolo. Questo è un fitocannabinoide naturale presente nella pianta della canapa. La sostanza vegetale è stata a lungo impiegata per produrre abiti, alimenti e farmaci. Il CBD, insieme al THC, fa parte dei principi attivi della canapa. Tuttavia, mentre il THC interviene sui processi psichici e quindi, se in alti dosaggi, è illegale in molti Paesi, il CBD  non ha un effetto psicoattivo ed è assolutamente legale. I prodotti CBD, quindi, non influiscono su percezione, umore e coscienza. Il CBD proviene da canapa legale, con certificazione biologica, coltivata secondo gli standard ben testati e maturata al sole. I livelli di THC restano così molto inferiori al limite consentito dalla rilevazione. Le capacità terapeutiche del CBD sono quindi diventate oggetto di ricerca e il suo uso, anche secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, viene riconosciuto come ben tollerato e sicuro

Un po’ di storia sulla canapa e il cbd

Il CBD è uno dei più noti fitocannabinoidi della pianta di cannabis sativa e, a dispetto del suo nome che ricorda una componente chimica, è una sostanza di origine completamente naturale. L’utilizzo del CBD in ambito medicinale risale a 5000 anni fa e, fino agli ’20, il  60% circa degli antidolorifici presenti sul mercato erano a base di sostanze derivate dalla canapa come, appunto, il cannabidiolo. Tutte le diverse componenti della canapa possono essere impiegate in modo utile e la sua coltivazione non richiede un uso dannoso di sostanze pesticide e di fertilizzanti. Il CBD, quindi, è un prodotto green che contribuisce a raggiungere gli obiettivi climatici.

CBD e corpo umano: come funziona il sistema endocannabinoide

Il cannabidiolo che, come già detto non è una componente psicoattiva, si lega a diversi recettori presenti nel sistema endocannabinoide. In pratica è una sorta di sistema che fa da comunicatore tra il corpo e il cervello. All’interno di questo sistema agiscono sia alcuni principi attivi, gli endocannabinoidi, prodotti dal corpo stesso, sia i cannabinoidi esogeni. Questi, decisamente simili a quelli umani, devono però essere introdotti dall’esterno. Le due sostanze, prodotte autonomamente o portate dall’esterno, si attaccano ai recettori per dare il via a diversi processi. Il CBD, in altre parole, agisce tramite il sistema endocannabinoide dell’organismo. Tale sistema rientra nel sistema nervoso ed è composto da recettori ed è proprio a questi che si aggancia il cannabidiolo. Grazie a questa interazione vengono regolati numerosi processi sia fisici sia mentali che contribuiscono a mantenere il benessere e un buono stato di salute.

Le proprietà del CBD

I risultati degli studi condotti dai ricercatori sull’efficacia del cannabidiolo sono decisamente interessanti, soprattutto considerando la vastità dei campi in cui viene impiegato con successo. Al CBD sono state riconosciute proprietà ansiolitiche, antinfiammatorie, miorilassanti e antiossidanti. Il CBD può quindi essere d’aiuto per:

  • favorire il riposo notturno e migliorane la qualità
  • promuovere il recupero muscolare e il rilassamento
  • ridurre i livelli di stress e di ansia
  • lenire infiammazioni e dolori

CBD e proprietà antiepilettiche

Diversi studi, in particolare quello brasiliano del 1973 condotto inizialmente sugli animali e completato a fine anni ’70 con test su 16 pazienti, hanno stabilito l’efficacia del CBD per ridurre e contenere le crisi epilettiche. In seguito, nel 2018, è stato approvato dalla Food and Drug Administration degli Stati Uniti l’Epidiolex, primo medicinale a base di CBD indicato per una sensibile riduzione degli attacchi convulsivi tipici di due forme epilettiche piuttosto rare: la sindrome di Dravet e quella di Lennox-Gastaut.

CBD e metabolismo

Per quanto riguarda gli effetti benefici del CBD è stato pubblicato, nel 2016, uno studio sulla rivista medica Molecular and cellular Biochemistry. L’indagine si è concentrata sull’azione che il CBD potrebbe avere sul metabolismo, un sistema decisamente complesso di trasformazioni chimiche indispensabili per il mantenimento in vita dell’organismo. In particolare, una delle principali fasi del metabolismo è quella di produrre energia tramite la degradazione dei composti nutritivi. Proprio in questo processo, secondo gli studiosi, il CBD ha un ruolo fondamentale. Lo studio sopra citato, in particolare, ha preso in esame il ruolo che il CBD ha sul grasso corporeo. A Daeugu, in Corea del Sud, uno studio condotto nel Dipartimento di Biotecnologie dell’Università ha evidenziato la capacità di intervento del CBD sulla trasformazione del dannoso grasso bianco in grasso bruno. Quest’ultimo, a differenza del grasso bianco, aiuta a bruciare energia e calorie e può anche dare un aiuto per perdere peso. Il team, in particolare, ha messo in evidenza tre significativi effetti che il CBD ha sui depositi di grasso:

  • stimolazione delle proteine e dei geni coinvolti nel processo di degradazione dei lipidi
  • contributo a bruciare energie
  • riduzione della manifestazione di specifiche proteine coinvolte nella generazione, all’interno del corpo, di nuove cellule di adipe

Il CBD, limitando la quantità corporea di grasso bianco, entra in gioco anche come possibile alleato nella lotta contro l’obesità e nel contenimento del rischio di diabete e di patologie cardiache.

Prodotti CBD: le diverse formulazioni

I prodotti CBD sono presenti sul mercato in formule diverse, in modo da potersi adattare alla necessità di uso da parte del consumatore.

  • L’olio di CBD è sicuramente il prodotto più diffuso. Si assume applicando sotto alla lingua le gocce di olio. Questa modalità consente al CBD di passare direttamente nel sangue tramite i capillari presenti all’interno del cavo orale.
  • La formula in capsule, a sua volta, offre altri vantaggi. Si porta comodamente con sé in borsa o nello zainetto, si assume più facilmente e si evitano possibili sprechi di prodotto.
  • Per un effetto più potenziato si può invece far ricorso alla resina CBD (paste cbd), un prodotto che garantisce una maggiore potenza rispetto a olio e capsule.
  • La formula in cristalli si caratterizza per la sua versatilità e, di conseguenza, per la possibilità di personalizzarne l’uso. I cristalli, per esempio, possono essere miscelati a cibi o tisane, possono essere applicati localmente, vaporizzati con le pipe ad acqua o assunti, proprio come l’olio, mettendoli sotto alla lingua.
  • I prodotti cbd in crema vengono utilizzati per trattare diverse patologie della cute e si utilizzano distribuendo il preparato direttamente sulla pelle e massaggiando la zona fino a completo assorbimento della crema.

In conclusione è comunque doveroso sottolineare che, indipendentemente dalla formula in cui si presentano, è sempre bene accertarsi che i prodotti siano certificati e provenienti da coltivazioni di canapa biologiche e rispettose dell’ambiente.